Notizie
Home > Notizie > Un altro primato di Associazione Italiana Sommelier Roma

Un altro primato di Associazione Italiana Sommelier Roma

Franco M. Ricci
Dal n.83 di
Fotografia

È accaduto l’11 Novembre scorso, quando abbiamo dato il via al 51° Corso di Qualificazione Professionale per Sommelier, quando abbiamo contato le nostre ragazze e i nostri ragazzi: erano 344!

Mai numero così elevato di Allievi si era presentato ad affrontare per un anno e mezzo la piacevole strada del capire il vino.

Mai ci siamo trovati ad affrontare una così splendida avventura organizzativa, apportatrice di entusiasmo e di voglia di far nascere centinaia di nuovi Sommelier.

Il progetto cultura si concretizza sempre di più e il mondo del vino deve prendere atto che la richiesta di sapere è alta e di qualità.

Una risorsa non da poco se pensiamo ai moltissimi giovani che vogliono trovare spazi di lavoro nell'ambito del vino, che vogliono conoscerlo per apprezzarlo.

È giunto il momento della svolta Istituzionale che prende coscienza per la promozione di una cultura di Stato. Con segnali forti.

Ci chiamano BIBENDA, ci chiamano alla leghista “i romani”,

ci chiamano a sproposito boooh…

Certo che amiamo BIBENDA, perché il meglio in assoluto delle edizioni di questo mondo. E certo che siamo Romani.

Ma quando ci mettiamo a fare Corsi e degustazioni per insegnare il vino alla gente siamo semplicemente Associazione Italiana Sommelier Roma e abbiamo tanta voglia di crescere nei numeri ma soprattutto in qualità.

Se poi il numero diventa così considerevole va bene lo stesso, perché ci attrezziamo facilmente.

Venghino signori, venghino. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina