Notizie
Home > Notizie > Essere bravi con emozione

Essere bravi con emozione

Franco M. Ricci
Dal n.77 di
Fotografia

Essere bravi non è facile. Ma essere bravi è la chiave del successo, è per una vita migliore.

Molti sono gli ingredienti indispensabili oltre al sapere. L’umiltà, quella vera (niente di peggio del finto umile), è l’ingrediente più importante. Poi seguono la passione e la volontà.

Oggi, però, mi accorgo che anche l’emozione conta per essere bravi.

Lo vediamo ai Corsi, lo vediamo ai Master del Vino. Questa magia che solo il vino sa dare, emozionarsi per una lezione in vigna, vedere che la terra è diversa da come ce la immaginavamo. Capire in Cantina la metamorfosi del Vino. Ascoltare una Lezione di Angelo Gaja, sentirne una di Donato Lanati, degustare il Barolo assieme a Roberto Conterno che espone accanto al bicchiere le uve che lo producono.

Emozionarsi per un Corso che termina, la fine di un ciclo di conoscenze si interrompe e commuove.

Emozionarsi per sentir parlare di vino senza freddezza, con sentimento.

Eppure di Corsi ne abbiamo fatti tanti, abbiamo seguito personalmente migliaia di allievi, abbiamo stretto la loro mano e li abbiamo abbracciati per salutarli e per dir loro d'essere bravi.

Questo scambio emozionale, nella fretta quotidiana, non si considera con intensità, come un valore. E al di là dei puri sentimenti questo valore è immenso perché apporta certezza di un futuro certo, di un cambiamento interiore per il proprio lavoro e per la vita.

Desideravo trasmettervi queste mie riflessioni mentre si stanno svolgendo i due Executive Master, mentre riprendono tutti i Corsi per Sommelier, mentre assistiamo al grande interesse per quelli dell'Olio e per quelli tematici del Vino, perché tutte le emozioni sono palpabili negli occhi e nello spirito delle centinaia di persone che condividono queste esperienze.

Ben sapendo nei loro cuori di essere bravi con emozione.

 

(Nella foto Angelo Gaja mentre parla ai partecipanti del BIBENDA Executive Master in viaggio studio a Barbaresco)

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina