Notizie
Home > Notizie > La bontà della festa per essere migliori

La bontà della festa per essere migliori

Franco M. Ricci
Dal n.75 di
Fotografia

Al grido di "guida poco (ché devi bere)" da un paio di settimane abbiamo reso pubblico il programma del 14 Novembre, Giovedì.

520 vini eccellenti in degustazione per celebrare la quindicesima edizione della Guida.

Certo, balza subito all'attenzione il numero imponente dei vini presenti nella cantina di un Ristorante condotto per una sera da grandi Cuochi, stelle del firmamento gastronomico d'Italia. Un valore di circa 300.000 Euro per 6.360 bottiglie non lo trovi facilmente dentro il menu per una cena di festa.

Non trovi neppure 500 Produttori seduti insieme alla stessa festa per celebrare il proprio lavoro, le fatiche, i loro entusiasmi che fanno grande l'Italia del Vino nel mondo.

Senza però sapere di far parte di una squadra formidabile, vero orgoglio del Paese, specialmente oggi.

Senza sentirsi onorati di essere tanti e tanti di più, di fare felici tutti noi, i consumatori, il popolo del vino, i sommelier di mezzo mondo, proprio perché tanti e diversi nei loro territori, nei loro splendidi ambienti che la natura gli ha concesso in prestito.

500 Produttori di Vino che fabbricano ricchezza culturale ogni giorno della loro vita e che, proprio per questo, dovrebbero essere insieme con il cuore e con la mente, proprio come un esercito e una bandiera.

Noi ci proviamo spesso a ricordare loro che la festa la facciamo anche per questo. Per essere insieme non solo una notte.

La bontà della festa è per essere migliori.

Clicca qui per tutti i dettagli dell'evento. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina