Notizie
Home > Notizie > Cabernet Franc Foglio 38

Cabernet Franc Foglio 38

Salvatore Marsillo
Dal n.72 di
Fotografia

Il Cabernet Franc, originario della zona del Bordeaux, è utilizzato soprattutto in blend col più diffuso Cabernet Sauvignon da cui differisce per alcune caratteristiche: è meno tannico, ha spiccati sentori erbacei, più in luce rispetto alle note fruttate specialmente nei casi di alte rese, e dà vita a vini meno colorati. In Italia è diffuso nelle regioni nord orientali, in particolare in Friuli Venezia Giulia, ma è possibile incontrarlo anche in Veneto (dove è conosciuto col nome di Bordò), in Toscana, impiegato in alcuni assemblaggi di Chianti, in Puglia e in alcune province della Sicilia.

Alcuni produttori hanno investito molto su questo vitigno, cercando di mitigarne le asperità già dalla vigna e attraverso accurate tecniche di cantina al fine di vinificarlo in purezza. Tra i risultati più riusciti annoveriamo il Cabernet Franc di Vignamaggio, un’autentica “mosca bianca” in terra chiantigiana, l’Argirio della tenuta Podernuovo a Palazzone, a sud di Siena, e il nuovissimo Sfide, il vino su cui ha puntato Massimo D’Alema per lanciare la propria tenuta La Madeleine in Umbria.

Ma è sul Cabernet Franc Foglio 38 dell’azienda agricola Fornacelle che vogliamo soffermarci. Questa tenuta è collocata lungo la costa toscana, in piena denominazione Bolgheri, e il nome Foglio 38 si riferisce all’indicazione catastale con cui vengono identificate le parcelle vitate. Frutto di vigneti esposti a Sud, situati all’interno della conformazione denominata Anfiteatro Bolgherese, su terreni di medio impasto, tendenzialmente sabbioso e con sedimentazioni ghiaiose, il Foglio 38 è vinificato sfruttando solo i lieviti indigeni dell’uva; la fermentazione è protratta per 20 giorni in barrique aperte di rovere francese con follature manuali. La maturazione si svolge per 18 mesi nelle stesse barrique ed è seguita da un affinamento di 12 mesi in bottiglia. Questo vino fa parte della Collezione Artistica dell’azienda, un progetto intrapreso nel 2004 nel quale è stato coinvolto il pittore Franco Menicagli che ha realizzato le etichette per il Foglio 38 e per il Fornacelle Bianco, a base di Semillon e Fiano, reinterpretando il paesaggio bolgherese in forme stilizzate e cromatismi “fauve”.

Il Foglio 38, nell’annata 2007, è rivestito di una calda tonalità rubino con screziature granato. L’olfatto, imbrigliato dopo l’apertura, si schiude a ventaglio nel giro di pochi secondi, sfoderando una componente fruttata molto levigata, dettata da more di rovo e mirtilli maturi. I toni di vegetale nobile (felce ed elicriso), attenuati dall’ottimo andamento climatico dell’annata, sono sovrastati dalla rigogliosa speziatura, dai sentori di erbe aromatiche, dal tabacco conciato e dal legno di rosa, avvolti in un’aura mentolata ben percettibile. La bocca è nitida e di buon nerbo, cremosa e opulenta ma senza compromettere la scorrevolezza della beva, nobilitata da una componente fenolica pienamente integrata. Godibile l’exploit finale, ancora speziato nel gusto e tenace nell’allungo.

Azienda agricola Fornacelle
Loc. Fornacelle, 232/A
57022 Castagneto Carducci (LI)
Tel. 0565 775575
www.fornacelle.it
info@fornacelle.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina