Notizie
Home > Notizie > Il Drago e le Otto Colombe

Il Drago e le Otto Colombe

Salvatore Marsillo
Dal n.63 di
Fotografia

Di Donatella Cinelli Colombini è arcinota la propensione all’eccellenza e di come per raggiungerla si sia contornata di una squadra tutta al femminile rientrante nel progetto “Prime Donne”. Altrettanto noto è il suo spirito di intraprendenza; parallelamente alla produzione enologica Donatella ha portato avanti una serie di iniziative per lo sviluppo dell’immagine e del mercato del vino: nel 1993, insieme a un gruppo di produttori, è stata tra i fondatori del “Movimento del turismo del vino” di cui “Cantine aperte” è l’evento più rinomato che ogni anno muove oltre otto milioni di appassionati. Inoltre ha scritto un manuale (Marketing del turismo del vino) su come impostare la cantina sotto il profilo commerciale, migliorare le tecniche promozionali e sviluppare la vendita diretta. Infine ha promosso i primi corsi universitari per specializzarsi nella gestione e nell’organizzazione del turismo nelle aziende e attualmente insegna nei Master post laurea di diverse Università.

Sul fronte del vino il regno di Donatella Cinelli Colombini comprende due cantine: il Casato Prime Donne a Montalcino, dove sono donne le cantiniere, le addette ai reparti amministrativi e all’accoglienza degli ospiti, e la Fattoria del Colle a Trequanda; qui sono prodotte le etichette rientranti nelle Doc Chianti e Orcia ma anche un notevole Itg, Il Drago e le otto colombe, che forse non è il più blasonato della casa ma di sicuro il più particolare, frutto di un blend inusuale (Sangiovese 60%, Merlot 20% e Sangrantino20%), un po’ di nicchia per la zona del Chianti. Nato col nome “Il drago e le sette colombe”, dall’annata 2007, con l’arrivo in azienda dell’enologa Valerie Lavigne, è diventato “Il drago e le otto colombe”, dove il drago è il marito di Donatella, Carlo Gardini, che è passato dal settore finanziario a un ruolo più attivo nella definizione dei progetti enologici dell’azienda, e le colombe sono le esperte che seguono e “coccolano” questo vino dalla vigna alla maturazione in tonneau fino all’imbottigliamento.

Il Drago e le otto colombe riluce di un luminoso rosso rubino digradante ai bordi verso il granato. Al naso l’incipit floreale e fruttato lascia spazio a erbette aromatiche, umori terragni, pepe in grani e cardamomo con soffi di eucalipto e legno di sandalo a chiudere la sequenza. Potente l’approccio palatale e armonico grazie alla perfetta integrazione dei singoli elementi; lodevole in particolare come l’alcol vada a smussare la percezione di una tramatura fenolica un filo ispida. La chiusura lunga e sapida lo candida a partner ideale della classica tagliata di controfiletto di Chianina, rigorosamente al sangue, accompagnata da una generosa porzione di fagioli all’uccelletto.

 

Donatella Cinelli Colombini
Fattoria del Colle
Località Il Colle 53020
Trequanda (SI)
Tel. 0577 662108
www.cinellicolombini.it
vino@cinellicolombini.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina