Alitalia e Fondazione Italiana Sommelier, un binomio vincente

Alitalia e Fondazione Italiana Sommelier, un binomio vincente

Fotografia
Alitalia è pluripremiata quale Compagnia Aerea con la migliore ospitalità per il vino e il cibo del mondo.

Fondazione Italiana Sommelier cura la Carta dei Vini di Alitalia nella Classe Magnifica.

Durante il volo, sarete assistiti nella degustazione dal personale responsabile di cabina formato dalla Fondazione Italiana Sommelier.
 

Per quattro volte consecutive, dal 2010 al 2013, l’Alitalia ha vinto il premio Best Airline Cuisine, aggiudicandoselo, tra tutte le compagnie aeree del mondo, per la qualità dei pasti serviti a bordo. Il riconoscimento, attribuito dal mensile americano Global Traveler, che da 10 anni promuove la ricerca delle eccellenze nel mondo del turismo, è stato assegnato da oltre 28.000 frequent flyer che hanno partecipato alla ricerca del magazine “GT Tested Reader Survey Awards 2013”, premiando l’impegno della compagnia di bandiera nel rinnovamento del servizio di bordo.

A questo premio si va ad aggiungere il Best In-Flight Wine Program, che Alitalia ha conquistato a ottobre 2013 in occasione dei Saveur Culinary Travel Awards 2013, dove l’azienda si è distinta per la ricerca e l’esaltazione dei vitigni autoctoni italiani e per la migliore distribuzione qualitativa dei vini in abbinamento al cibo servito a bordo. Saveur è una rivista americana di turismo ed enogastronomia, che da anni effettua ricerche sulle eccellenze culinarie nell’industria di viaggi e turismo.

Tutto questo grazie alla Fondazione Italiana Sommelier che, attraverso il lavoro del Vice Presidente di Associazione Internazionale Sommelier (membro di Fondazione Italiana Sommelier), Carlo Attisano, è riuscita a portare la cultura enogastronomica “ad alta quota”, componendo una Carta dei Vini di altissimo livello, destinata alla Classe Magnifica.

Un oggetto ormai cult, che viene collezionato dai passeggeri, i quali lo portano via con sé proprio come un souvenir, in ricordo dell’esperienza di qualità vissuta in volo. Un vero e proprio compendio di degustazione, corredato d’immagine della bottiglia con l’etichetta ben visibile, scheda organolettica descrittiva della degustazione, informazioni sul territorio di provenienza e sui vitigni e consigli per il corretto abbinamento.

La Carta dei Vini di Magnifica Alitalia viene rinnovata ogni tre mesi e distribuita ogni volta in 6 lingue diverse, con una tiratura di 80.000 copie. Ad ogni nuova edizione, si avvicendano sette etichette di prestigio e l’unico spumante presente in Carta è un Franciacorta, vino scelto come simbolo di un territorio, che per l’occasione viene insignito di un’etichetta appositamente dedicata: Magnifica Franciacorta.

Una qualità che la Fondazione promuove non solo nella Carta dei Vini e nell’organizzazione della Cantina di bordo (inclusa quella della Business Class), ma anche nel servizio, organizzando Corsi di Servizio del Vino e di Degustazione dedicati ai Capi Cabina, in modo da garantire un’uniformità di servizio, fatta di cultura, eleganza e attenzione al vino. Anche in aereo.

Da Ottobre 2015 è stata avviata una partnership con Alitalia, che ha omaggiato i suoi clienti Millemiglia con la Guida Bibenda 2016, riservando loro anche agevolazioni per la partecipazione ai Corsi Professionali per Sommelier e agli eventi enogastronomici e di degustazione organizzati sul territorio nazionale dalla Fondazione Italiana Sommelier, oltre a uno sconto nei ristoranti della Guida BIBENDA 2016.