Degustazioni
Tutte le degustazioni nel Lazio di Fondazione Italiana Sommelier

A Panzano in Chianti / L’Aglianico del Vulture nel cuore del Chianti

dalle ore 16 presso l'azienda Fontodi - Via San Leolino, 89 - Panzano - Greve in Chianti FI

Sabato 2 Dicembre 2017
in Toscana
Fotografia
Nel cuore del Chianti, tra Siena e Firenze, nella sala degustazione della splendida cantina di Fontodi 
Il Sangiovese incontra un altro grandissimo vitigno l’Aglianico

Un gruppo di giovani ed intraprendenti viticoltori lucani hanno dato vita al sodalizio Generazione Vulture, un progetto volto alla promozione e valorizzazione dell'Aglianico del Vulture, della bellissima Basilicata e delle sue produzioni d'eccellenza. Ciascuno con le proprie idee ed il proprio stile ma insieme con un unico obiettivo.
 
Programma
ore 16 / Giovanni Manetti ci condurrà nella Cantina di Fontodi
ore 17,30 / Apertura banchi assaggio dove incontrare i vini delle aziende di Generazione Vulture
ore 18,45 / Seminario sull’Aglianico e sull’area del Vulture guidato da Daniela Scrobogna, responsabile della Didattica e Docente storico di Fondazione Italiana Sommelier, con il contributo dei produttori. 

In degustazione
Aglianico del Vulture Superuore Martino 2012 / Armando Martino
Aglianico del Vulture Damaschito 2013 / Grifalco
Aglianico del Vulture Likos 2012 / Vigne Mastrodomenico
Aglianico del Vulture Superiore Gudarrà 2013 / Bisceglia Winery
Aglianico del Vulture Titolo 2013 / Elena Fucci
Aglianico del Vulture Pian del Moro 2012 / Musto Carmelitano
Aglianico del Vulture Cruà 2013 / Basilisco
Aglianico del Vulture Superiore Bauccio 2012 / Madonna delle Grazie
Aglianico del Vulture Stupor Mundi 2013 / Carbone
Flaccianello della Pieve 2013 / Fontodi

Al termine della degustazione seguirà una cena a buffet preparata dal “Re di Panzano”
Dario Cecchini
con le sue interpretazioni di “ciccia” che potremo abbinare ai vini.

Prenotazione obbligatoria. Contributo di partecipazione per gli Iscritti alla Fondazione Italiana Sommelier € 30.

Per informazioni e prenotazioni contattare Paolo Cepollaro al cell. 334 1936854 o mandare una mail fondazionesommelier.toscana@gmail.com
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina